Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L'Italia al XVI Encuentro Internacional de Guitarra de Panamá

Data:

02/07/2019


L'Italia al XVI Encuentro Internacional de Guitarra de Panamá

Il 2 luglio, presso il Teatro Gladys Vydal, l'Italia é ospite d'onore al XVI Encuentro Internacional de Guitarra de Panamá, con l'esibizione di Giordano Passini e del duo Bernardi/Aonzo.

Il filo conduttore del programma presentato è il viaggio: un viaggio immaginario tra regioni italiane, secoli e stili musicali italiani.

Un grande omaggio dunque alla grande tradizione musicale italiana. Il mandolino in quanto simbolo della nostra nazione, della sua tradizione, ma anche della sua cultura più alta, merita di essere conosciuto infatti sopratutto nel suo ruolo di strumento impegnato, raffinato, virtuoso e accademico, anche attraverso la riscoperta di autori definiti "minori" ma che a ben vedere ci hanno lasciato pagine di repertorio di assoluto pregio artistico.

 

Giordano Passini

Nato a Bologna nel 1986 comincia gli studi musicali all’età di 12 anni. Diplomato in chitarra classica presso il conservatorio di
Frosinone, nel 2015 viene ammesso al Master di II livello in “Interpretazione della Musica Contemporanea” presso il conservatorio S. Cecilia di Roma.

Ha partecipato a Masterclass con importanti nomi del panorama chitarristico internazionale: Ricardo Gallén, Roland Dyens, Carlos
Barbosa Lima, Johan Fostier, Johannes Tonio Kreusch, Walter Zanetti, Francois Laurent, Guido Fichtner, Johannes Tappert, Eduardo Eguez, Adriano Del Sal e ha ricevuto numerosi premi in diversi concorsi sia di livello Nazionale che Internazionale.

La sua attività concertistica lo ha visto esibirsi in Italia e all’estero (Spagna, Israele, Brasile, Malesia, Indonesia, Hong Kong, Tailandia, Bosnia –Erzegovina, Turchia, Argentina, Romania, Albania) e in prestigiose sale da concerto (Festival dei due Mondi di Spoleto, Teatro Real Carlos III di Aranjuez, Youth Theatre di Hong Kong, Jerusalem Theatre, Felicia Blumenthal Theatre di Tel Aviv, Cecília Meireles Hall di Rio de Janeiro, ecc).

Nel 2014 pubblica il suo primo disco da solista dal titolo “Frammenti” contenente musiche del novecento chitarristico, mentre nel 2019 esce il suo secondo lavoro discografico dal titolo “Through Inside” pubblicato dall’etichetta discografica DotGuitar.

 

Duo Bernardi/Aonzo

Il duo é formato dal celebre mandolinista savonese Carlo Aonzo e dal giovane chitarrista trentino Lorenzo Bernardi.

 

Carlo Aonzo ha una consolidata attività concertistica internazionale in tutto il mondo affermandosi quale principale divulgatore del mandolino classico italiano.

Appreso lo studio del mandolino dal padre e diplomatosi poi al Conservatorio, nel 1993 vince il primo premio speciale "Vivaldi" alla Vittorio Pitzianti National Mandolin Competition di Venezia, e nel 1997 il primo premio alla Walnut Valley National Mandolin Contest a Winfield, Kansas negli USA.

Come ricercatore si occupa delle origini e della storia del proprio strumento, ha collaborato con il New Grove Dictionary of Music and Musicians e tiene conferenze sull'iconografia dello strumento in importanti istituzioni quali Metropolitan Museum di New York, Dartmouth College, Boston University, il Museo Nazionale degli strumenti musicali di Roma.

Ha collaborato con numerose istituzioni musicali incluse la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, L’Orchestre Symphonique PACA (Francia), la Nashville Chamber Orchestra (Usa), la McGill Chamber Orchestra di Montréal (Canada). Dal 1999 è titolare del ”Carlo Aonzo Mandolin Workshop”, un corso annuale di perfezionamento che si svolge a New York e dal 2017 a Milwaukee.

 

Lorenzo Bernardi, nato a Trento nel 1994, si è diplomato presso il Conservatorio F.A Bonporti di Trento nel 2015. Ha successivamente proseguito gli studi sotto la guida di Emanuele Buono presso il Conservatorio L. Canepa di Sassari, conseguendo un Master ad indirizzo solistico con il massimo dei voti . Si è ulteriormente specializzato presso il Conservatorio Manuel Castillo di Siviglia con Francisco Bernier.

In qualità di solista, ma anche come componente di gruppi cameristici e con orchestra, si è esibito in numerosi eventi sul territorio nazionale e internazionale.

Tra il 2016 e il 2019 si è esibito in prestigiosi eventi in Spagna, Argentina, Bahrain, Giappone, Corea, Indonesia, Vietnam e India. E’ stato inoltre invitato come membro di giuria di concorsi internazionali come Calcutta International Guitar Festival in India, Alma Hanoi Guitar Competition e Saigon Guitar Fest in Vietnam, dove ha tenuto conferenze sulla musica colta italiana e masterclass di interpretazione chitarristica.


368