Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Domande frequenti

 

Domande frequenti

Domande più frequenti

Qual'è la differenza di fuso orario tra l'Italia e Panama?
Fra Italia e Panama vi sono sei ore di differenza, sette quando in Italia è in vigore l'ora legale.

Quali sono i documenti necessari per visitare Panama?
Per l'ingresso a Panama occorre il passaporto in corso di validità. Il visto non è necessario per soggiorni di durata inferiore a tre mesi (novanta giorni).

Quali documenti sono necessari per guidare un'automobile a Panama?
Durante i tre mesi di validità del passaporto per guidare a Panama è sufficiente la patente di guida italiana.

Qual'è la moneta di Panama?
Il Balboa è la moneta ufficiale di Panama ma per quanto riguarda le banconote nel Paese vengono comunemente utilizzate quelle statunitensi. Il valore del Balboa è sempre stato legato a quello del dollaro, con il quale ha un cambio 1:1. Il Balboa è diviso in 100 centésimos, i cui tagli da 1,5,10,25 e 50 centesimi ricalcano in peso e colore le corrispettive monete americane.

Qual'è il voltaggio in uso a Panama?
Il voltaggio in uso a Panama è di 110 Volt a 60 Hertz. Qualora si intendano utilizzare strumenti elettrici portati dall'Italia è indispensabile utilizzare un trasformatore di corrente o un commutatore elettrico. Le prese elettriche in uso a Panama sono di tipo nordamericano, a tre o a due punti.

Quali sono i prefissi per chiamare da Panama all'Italia e viceversa?
Per chiamare Panama dall’Italia il numero da comporre è 00507 seguito dal numero (non ci sono prefissi per le varie città). Per chiamare l’Italia da Panama il numero da comporre è 0039, seguito dal prefisso (incluso lo zero iniziale) e dal numero che si intende raggiungere.

Quali sono le carte di credito accettate a Panama?
Le più importanti carte di credito internazionali sono accettate negli alberghi e nei principali esercizi.

Qual'è il clima panamense?
Il clima a Panama è di tipo tropicale, caldo e umido, con una breve stagione secca (da gennaio a maggio) e una lunga stagione di piogge (da maggio a gennaio).

Panama è un paese sicuro?
Consultando il sito internet Viaggiare Sicuri, che contiene una banca dati con le schede di ogni singolo Paese, si trovano informazioni costantemente aggiornate, con dati e valutazioni forniti dalle nostre Rappresentanze Diplomatiche e Consolari. La Banca Dati è curata dall’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri che svolge attività di informazione preventiva per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini che si recano all’estero. Le informazioni possono essere richieste anche telefonicamente (call-center A.C.I tel. 06.491115, dalle ore 8 alle ore 20) o tramite le Associazioni di categoria degli operatori turistici.

Com'è la situazione sanitaria a Panama?
La situazione sanitaria nella capitale e nelle altre principali città è abbastanza soddisfacente e non sono consigliate vaccinazioni preventive a parte l'uso di repellenti contro le zanzare, specialmente nelle ore del tramonto ed in zone acquitrinose. Per informazioni maggiori consultare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri e quello dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Qual'è il giorno della festa nazionale?
Il 3 novembre, giorno dell'indipendenza nazionale. Panama osserva una serie di festività di tradizione cristiana, festività internazionali e festività locali.

Quali festività osservano l'Ambasciata d'Italia e l'Ufficio Consolare a Panama?
L'Ambasciata d'Italia e gli Uffici consolari in Panama osservano le seguenti festività:

Capodanno: 01gennaio
Epifania: 06 gennaio
Venerdì Santo: 25 marzo
Lunedi dell'Angelo: 28 marzo
Festa del Lavoro: 01 maggio
Festa della Repubblica Italiana: 02 giugno
Assunzione – Fondazione di Panama: 15 de agosto
Festa dell' independezia di Panama: 03 de noviembre
Immacolata Concezione: 8 dicembre
Santo Natale: 25 dicembre
Santo Stefano: 26 dicembre

E' possibile lavorare in Ambasciata?
Il personale assegnato alle Rappresentanze diplomatiche e consolari proviene dai ruoli organici del Ministero degli Affari Esteri. Gli impiegati assunti in loco svolgono mansioni di traduzione, interpretazione, collaborazione in campo commerciale e consolare, segreteria, centralino, autista. Tali assunzioni avvengono sulla base di concorsi pubblici, annunciati su queste pagine e sulla stampa locale. Per poter partecipare a tali prove i cittadini italiani devono dimostrare di risiedere a Panama da almeno due anni (secondo l’attuale normativa ministeriale) e di avere una conoscenza approfondita della lingua e della cultura locale. Non è prevista la possibilità di instaurare rapporti di "collaborazione esterna" con privati. Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il sito internet del Ministero degli Affari Esteri.

È possibile effettuare uno stage presso l’Ambasciata?
Grazie ad un accordo tra il Ministero degli affari esteri e la CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) i giovani laureandi o laureati da non più di 18 mesi, hanno la possibilità di effettuare stage presso le Direzioni Generali e Servizi del Ministero a Roma e presso le Ambasciate, i Consolati e gli Istituti Italiani di Cultura. Per informazioni sulle procedure ed i requisiti di partecipazione e visionare l’elenco delle Università partecipanti, rivolgersi agli Uffici competenti delle rispettive Università, o visitare il sito della CRUI. Per ulteriori informazioni, contattare l’Istituto Diplomatico del Ministero degli affari esteri (E-mail: programma.tirocini@esteri.it).

Vorrei invitare un amico extracomunitario in Italia per qualche tempo, come posso fare affinchè tutto vada per il meglio?
Potrà consultare le disposizioni in materia di visti d’ingresso sul sito Il Visto per l'Italia del Ministero degli Esteri. È opportuno comunque che l’interessato si rivolga personalmente al Consolato, per essere sentito circa i motivi e le circostanze del soggiorno e per presentare la formale richiesta. Per il visto per turismo è necessario anche un invito da parte di un cittadino comunitario, che dovrà essere effettuato mediante la compilazione di una apposita lettera. È richiesta poi la presentazione di una polizza fideiussoria. Il richiedente del visto deve provare di essere in possesso di un'assicurazione di viaggio adeguata e valida, individuale o di gruppo, che copra le spese che dovessero eventualmente rendersi necessarie per il rimpatrio dovuto a motivi di salute, le cure mediche urgenti e/o il ricovero ospedaliero d'urgenza. L'assicurazione deve essere valida per l'insieme del territorio degli Stati Schengen e contemplare il periodo complessivo di soggiorno dell'interessato. La copertura minima ammonta a 30.000 Euro. Sono previsti casi di deroga.

Ad un mio amico extracomunitario è stato rifiutato il visto per turismo nonostante avesse cercato di fare tutto per il meglio. Come siamo tutelati?
La competenza al rilascio del visto è della Rappresentanza diplomatico consolare del luogo di residenza dello straniero, che è la sola responsabile dell’accertamento e della valutazione dei requisiti necessari per l’ottenimento del visto, nell’ambito della propria discrezionalità e tenuto conto delle particolari situazioni locali. Ai sensi della normativa vigente l’Ufficio Consolare non è tenuto a fornire elementi di dettaglio relativi al rifiuto del visto per turismo, contro i quali gli interessati possono ricorrere al TAR del Lazio entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento. Nel sito Il Visto per l'Italia del Ministero degli Esteri è possibile consultare le disposizioni attualmente vigenti in materia di visti d’ingresso.

Vorrei delle informazioni sul visto per studio
Il visto per studio consente l’ingresso in Italia, per un soggiorno di breve (90 gg. – tipo C) o lunga durata (da 91 a 365 gg. – tipo D) allo straniero che intenda seguire corsi universitari, corsi di studio o di formazione professionale presso Istituti riconosciuti o comunque qualificati, ovvero allo straniero che sia chiamato a svolgere attività culturali e di ricerca. È consigliabile accedere al sito Il Visto per l'Italia del Ministero degli Esteri dove è possibile consultare le disposizioni attualmente vigenti in materia. È opportuno comunque che l’interessato si rivolga personalmente alla Sezione Visti dell’Ambasciata d’Italia o Ufficio Consolare competente per il luogo di residenza per essere sentito circa i motivi e le circostanze del soggiorno e per presentare la formale richiesta. Nel sito Internet del Ministero degli Esteri è possibile consultare l’indirizzario delle Rappresentanze diplomatiche e consolari italiane accreditate all’estero.


106