Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Stato civile

 

Stato civile

 Informazioni generali


Lo Stato Civile constata e registra gli eventi essenziali relativi al cittadino: nascita, matrimonio, morte, divorzio, cittadinanza.
Tutti i cittadini italiani hanno l’obbligo di comunicare tempestivamente alla Pubblica Amministrazione ogni variazione relativa al loro stato civile e alla composizione del loro nucleo familiare.
A tal fine, occorre presentare i relativi atti formalmente perfezionati (e tradotti in italiano) presso l’Ufficio Consolare di residenza (solo previo appuntamento PrenotaOnLine, o presso il Consolato competente per il luogo in cui si è verificato l’evento, o direttamente presso il Comune italiano di appartenenza.
Inoltre, l’Ufficio di Stato Civile del Consolato assiste i cittadini residenti nella circoscrizione e iscritti all’Aire in merito a:
* trasmissione sentenze di divorzio
* trasmissione di sentenze di adozione
* pubblicazioni di matrimonio
* cambiamento del nome o del cognome


Come registrare la nascita di un figlio
I figli di cittadini entrambi italiani o con almeno uno dei due genitori di cittadinanza italiana, anche se nati all’estero ed eventualmente in possesso di un’altra cittadinanza, sono cittadini italiani. Pertanto la loro nascita deve essere registrata in Italia.
Per registrare la nascita di un figlio minorenne (se maggiorenne, vedi cittadinanza), occorre presentare i seguenti documenti:
• Atto integrale di nascita (non il “certificato”), rilasciato dall’Autorità locale competente, munito di Apostille dell’Aja e di traduzione giurata integrale in italiano;
• Documento di identità del minore e dei genitori in originale e fotocopia semplice.
• Formulario completo (scaricare modulo).
N.B.
-se i genitori sono sposati, è INDISPENSABILE che il matrimonio venga registrato in Italia;
-se i genitori non sono sposati, è INDISPENSABILE che essi si presentino presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia per sottoscrivere l’atto di riconoscimento di figlio nato fuori dal matrimonio.
In caso contrario, non sarà possibile procedere alla registrazione della nascita.


Come registrare il matrimonio
Il matrimonio celebrato all’estero per avere valore in Italia deve essere trascritto presso il Comune italiano di residenza.
Per registrare il matrimonio, occorre presentare i seguenti documenti:
• Atto integrale di matrimonio (non il “certificato”), rilasciato dall’Autorità locale competente, munito di Apostille dell’Aja e di traduzione giurata integrale in italiano;
• i documenti di identità di entrambi i contraenti in originale e fotocopia semplice e Formulario completo (scaricare modulo).
Come registrare la morte di un familiare
La morte di un cittadino italiano avvenuta all’estero deve essere trascritta in Italia. A tal fine, occorre presentare i seguenti documenti:
• atto di morte (non il “certificato”), rilasciato dall’Ufficio competente, munito di Apostille dell’Aja, di traduzione giurata integrale in italiano;
• Formulario completo (scaricare modulo).
Trasmissione di sentenza di divorzio
Per la registrazione in Italia della sentenza di divorzio occorre presentare i seguenti documenti:
• Sentenza integrale in originale, rilasciata dal Tribunale competente, munita di Apostille dell’Aja e di traduzione giurata integrale in italiano;
• Nella sentenza (o in una dichiarazione aggiuntiva del Tribunale) dovrá essere specificato che si tratta di sentenza passata in giudicato con l’indicazione della data da cui la sentenza è definitiva.
• In presenza di figli minori, la sentenza dovrá specificare il regime di affidamento degli stessi.
Trasmissione di sentenza di adozione
Per il riconoscimento di una sentenza straniera di adozione (se il figlio è minorenne) pronunciata in questa circoscrizione consolare, occorre presentare la seguente documentazione:
• Sentenza completa in originale rilasciata dal Tribunale competente, munita di Apostille dell’Aja e di traduzione giurata integrale in italiano;
• Atti di nascita riportanti il nome dei genitori biologici e di quelli adottivi;
• Nella sentenza (o in una dichiarazione aggiuntiva del Tribunale) dovrá essere specificato che si tratta di sentenza passata in giudicato con l’indicazione della data da cui la sentenza è definitiva.


Come registrare gli atti formati in un’altra circoscrizione consolare
I cittadini italiani residenti presso la circoscrizione consolare dell’Ambasciata d’Italia in Panama, regolarmente iscritti, potranno presentare a questo Ufficio gli atti di stato civile e le sentenze di adozione e divorzio formati in un’altra circoscrizione consolare. Tali atti dovranno essere consegnati già formalmente perfezionati (muniti di Apostille dell’Aja o legalizzati dalla Rappresentanza diplomatico – consolare italiana del paese di emissione degli atti) e con traduzione giurata.
Matrimonio
Il cittadino italiano residente presso questa circoscrizione consolare e regolarmente iscritto all’AIRE che intende sposarsi:
• in Panama, deve rivolgersi al Registro Civil;
• in Italia, deve effettuare le pubblicazioni di matrimonio in Ambasciata;
• in altro Paese, può rivolgersi per informazioni all’Ambasciata italiana nel luogo (l’elenco delle Ambasciate italiane all’estero si può trovare sul sito www.esteri.it ).
Pubblicazioni di matrimonio presso questa Ambasciata.
Requisito imprescindibile è che almeno uno dei due sposi sia cittadino italiano residente nella circoscrizione dell'Ambasciata d'Italia a Panama e regolarmente iscritto all’AIRE.
Documenti necessari che i futuri sposi presenteranno personalmente
Per i cittadini italiani:
• passaporto o carta d’identitá in corso di validità
Per il nubendo straniero:
• documento di identità in corso di validità;
• atto di nascita tradotto in italiano;
• certificato attestante lo stato libero o dichiarazione giurata di stato libero resa davanti al notaio, munita di Apostille dell’Aja.
Le pubblicazioni saranno affisse all’albo consolare per almeno 8 giorni consecutivi.


MODIFICAZIONI DEL NOME O DEL COGNOME
In base agli artt. 84 e seguenti del D.P.R. 396 del 3.11.2000, per modificare il proprio nome o cognome, la persona interessata deve indirizzare una istanza motivata in bollo alla Prefettura del luogo di ultima residenza (o corrispondente al Comune di iscrizione AIRE). La domanda puó essere inotrata alla Prefettura direttamente dall’interessato oppure per il tramite dell’Ambasciata, presentandosi personalmente con appuntamento.
(N.B. Si ricorda che le dichiarazioni sostitutive saranno soggette a verifica e che in caso di dichiarazioni mendaci si provvederà alla denuncia presso le Autorità giudiziarie).


60