Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Registrare un divorzio

Le sentenze di divorzio o atti notarili di divorzio eseguiti all’estero NON sono automaticamente validi in Italia, devono essere trascritti presso l’Ufficio dello Stato Civile del Comune dove risulta registrato il relativo atto di matrimonio. L’interessato/a deve essere residente in Panama.

Dove richiedere il servizio:

a. presentandosi il cittadino italiano interessato presso l’Ambasciata d’Italia a Panama, prenotando un appuntamento per “Stato Civile” attraverso il portale Prenota@mi;

b. rivolgendosi direttamente al proprio Comune di iscrizione A.I.R.E. (in questo caso è necessario rivolgersi all’Ufficio di Stato Civile comunale).

Documenti da presentare:

  • Modulo di trascrizione debitamente compilato (si firma davanti al funzionario);
  • Dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio;
  • Sentenza integrale in originale, rilasciata dal Tribunale competente, munita di Apostille dell’Aja
  • Nella sentenza (o in una dichiarazione aggiuntiva del Tribunale) dovrà essere specificato che si tratta di sentenza passata in giudicato con l’indicazione della data da cui la sentenza è definitiva (NB: si precisa che la sentenza di divorzio effettuata nel territorio panamense prima di essere legalizzata al MIRE dovrà essere presentata presso la segreteria generale della Corte Suprema di Giustizia per l’eventualmente autorizzazione alla richiesta dell’Apostille).
  • In presenza di figli minori, la sentenza dovrà specificare il regime di affidamento degli stessi.
  • Traduzione dell’atto in originale debitamente accompagnata dall’apostille della firma del traduttore. NOTA: non si accettano traduzioni con firma digitale;
  • copia di un documento d’identità.

Tutti i documenti devono essere presentati in originale e fotocopia degli stessi (leggibile).

L’Ambasciata provvederà ad inviare una e-mail all’interessato sull’effettiva trasmissione delle pratiche all’autorità di competenza. Non è quindi necessario chiedere informazioni sullo stato della pratica in quanto di competenza di altre autorità.

Si raccomanda pertanto di voler fornire un indirizzo e-mail valido e di comunicare gli eventuali aggiornamenti dei propri contatti.